.
Annunci online

piccolaSTELLAsenzaCIELO
Datemi il silenzio ed io sfiderò la notte
musica
4 aprile 2008
STRADE- subsonica
Se tutto ciò che cerco nasconde un movimento
Quale destinazione può incontrarci
Se in tutto ciò che inquadro il senso è già sfocato
Qual'è l'angolazione per fissarci

Strade che si lasciano guidare forte
Poche parole piogge calde e buio
Tergicristalli e curve da drizzare
Strade che si lasciano dimenticare

Leggero in fondo solo l'umore acceso al volo
Senza lasciare il tempo di pensarci
Ti guardo che mi guardi non so se salutarti
O fare finta che non sia già tardi

Strade che si lasciano guidare forte
Poche parole piogge calde e buio
Tergicristalli e curve da drizzare
Strade che si lasciano dimenticare
Strade che si lasciano guidare forte (andare via così)
Poche parole piogge calde e buio (via così… via così)
Tergicristalli e curve da tremare
Strade che si lasciano dimenticare

Strade che si lasciano guidare forte
Poche parole piogge calde e buio
Tergicristalli e curve da drizzare
Strade che si lasciano dimenticare
Strade che si lasciano guidare forte (andare via così)
Poche parole piogge calde e buio (via così… via così)
Tergicristalli e curve da tremare
Strade che si lasciano dimenticare

Forse sta a pochi metri da me
Quello che cerco e vorrei trovare
La forza di fermarmi
Perchè sto già scappando mentre non riesco
A stringere più a fondo e ora che sto correndo
Vorrei che fossi con me
Che fossi qui
Sento a pochi metri da me
Quello che c'era e vorrei trovare
La forza di voltarmi
Perchè se stai svanendo io non ci riesco
A stringere più a fondo ora che sotto il mondo
Vorrei che tu fossi qui
Che fossi qui



permalink | inviato da piccolaSTELLAsenzaCIELO il 4/4/2008 alle 12:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sentimenti
4 ottobre 2007
TI AMO COSì -solo per te-
Ti amo così
propensione ad appiglio dell'anima
ti amo così
sorprendente disegno d'altissimo
ti amo così... oh oh...
Perchè ti amo così
l'abitudine è un pò come il mare
e ti amo così
ne approfitta la mia solitudine
e adesso son qui
notte notte non abbracciarmi
resta resta limpida
E ti amo così
tra il fogliame la luna rischiarami
ti amo così
smetto d'essere ciò che pensavo
e ti amo così
Che ne sarà del mare
tra i mille baci e bei momenti
un nuovo cerchio nel cuore
forse ne morirò, non lo so
che ne sarà del mare
ch'è in me, in me
Perchè ti amo così
tra il maglione ed un fiotto del cuore
io ti amo così
se guardare un'inganno perdonami
adesso son qui
notte notte non abbracciarmi
resta resta limpida
e ti amo così
tra il fogliame la luna rischiarami
ti amo così
smetto d'essere cioò che pensavo
e ti amo così
Che ne sarà del mare
tra i mille baci e bei momenti
un nuovo cerchio nel cuore
forse ne morirò, non lo so
che ne sarà del mare
ch'è in me, in me



permalink | inviato da piccolaSTELLAsenzaCIELO il 4/10/2007 alle 14:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
musica
14 settembre 2007
HAVE YOU EVER...??

Avete mai amato qualcuno così tanto da piangere?
Avete mai desiderato qualcuno così tanto da non poter dormire la notte?
Avete mai provato a cercare le parole, ma queste non escono giuste?
Avete mai? Avete mai?

Siete mai state innamorate così tanto,
che fareste di tutto per farglielo capire?
C'è mai stato qualcuno che ha rubato via il vostro cuore
e fareste di tutto per far loro provare la stessa cosa?
Avete mai cercato le parole per colpirli al cuore,
ma non sapete cosa dire
e non sapete da dove cominciare?


Avete mai trovato quella persona
che avete sognato tutta la vita,
e che voi fareste di tutto per guardare nei suoi occhi.
Avete finalmente trovato quella persona a cui avete donato il cuore
 e che soltanto per trovarlo non darebbero anche loro il cuore a voi?
Avete mai chiuso gli occhi e sognato che loro sono lì?
Tutto ciò che potete fare è aspettare il giorno in cui a loro importerà di voi.

Cosa devo fare per stringerti tra le mie braccia?
Cosa devo fare al tuo cuore,
per farti capire quanto ho bisogno di te vicino a me,
Ti porterò nel mio mondo,
perchè non posso dormire...

 




permalink | inviato da piccolaSTELLAsenzaCIELO il 14/9/2007 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sentimenti
6 marzo 2007
TIZIANO FERRO- TI SCATTERO' UNA FOTO. DEDICATA A TE CHE MI MANCHI DA MORIRE
Ricorderò e comunque anche se non vorrai
Ti sposerò perché non te l' ho detto mai
Come fa male cercare , trovarti poco dopo
E nell' ansia che ti perdo ti scatterò una foto…

Ti scatterò una foto…

Ricorderò e comunque e so che non vorrai
Ti chiamerò perché tanto non risponderai
Come fa ridere adesso pensarti come a un gioco
E capendo che ti ho perso
Ti scatto un' altra foto

Perché piccola potresti andartene dalle mie mani
Ed i giorni da prima lontani saranno anni

E ti scorderai di me
Quando piove i profili e le case ricordano te
E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te
Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse
E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire

E riconobbi il tuo sguardo in quello di un passante
Ma pure avendoti qui ti sentirei distante
Cosa può significare sentirsi piccolo
Quando sei il più grande sogno il più grande incubo

Siamo figli di mondi diversi una sola memoria
Che cancella e disegna distratta la stessa storia

E ti scorderai di me
Quando piove i profili e le case ricordano te

E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te
Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse
E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire


Non basta più il ricordo
Ora voglio il tuo ritorno…
E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore
Lo stesso sapore con te
Io Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse
E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire….



permalink | inviato da il 6/3/2007 alle 22:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
musica
13 febbraio 2007
KEANE- CRYSTAL BALL, "Sfera di cristallo"

Who is the man I see
Where I'm supposed to be?
I lost my heart, I buried it too deep
Under the iron sea

[Chorus A]
Oh, crystal ball, crystal ball
Save us all, tell me life is beautiful
Mirror, mirror on the wall

Lines ever more unclear
I'm not sure I'm even here
The more I look the more I think that I'm
Starting to disappear

[Chorus A]

[Chorus B]
Oh, crystal ball, hear my song
I'm fading out, everything I know is wrong
So put me where I belong

I don't know where I am
And I don't really care
I look myself in the eye
There's no one there
I fall upon the earth
I call upon the air
But all I get is the same old vacant stare

[Chorus A]

[Chorus B]

Chi è l'uomo che vedo
Al posto di quello che dovrei essere?
Ho perso il mio cuore, l'ho seppellito troppo in fondo
Sotto il mare d'acciaio

[Ritornello A]
Oh, sfera di cristallo, sfera di cristallo
Salvaci tutti, dimmi che la vita è bella
Specchio, specchio sul muro

Contorni sempre più sbiaditi
Non sono neppure sicuro di essere qui
Più guardo e più penso di star
Cominciando a sparire

[Ritornello A]

[Ritornello B]
Oh, sfera di cristallo, ascolta la mia canzone
Sto svanendo, tutto ciò che so è sbagliato
Perciò mettimi nel luogo che fa per me

Non so dove sono
E non m'importa davvero
Guardo nei miei stessi occhi
Non c'è nessuno lì
Cado sulla terra
Invoco il cielo
Ma tutto ciò che ottengo è il solito vecchio sguardo vacuo

[Ritornello A]

[Ritornello B]




permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sentimenti
21 novembre 2006
SARA' UN BEL SOUVENIR- LIGABUE
Non è proprio liscia,
non va così liscia
per noi che chiediamo che or'è,
e c'è un'altra strada
e c'è un'altra luna
e un altro bar che chiude
e un'altra voglia di fortuna.
E allora, bambina,
c'è poco da dire
se non che mi troverai qua:
cambiato per niente, ma neanche scontento,
fottuto dal dovere pensare di dover avere.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Ma ci sarà un souvenir
che ci commuoverà fino a farci contenti.
Tieniti il tuo souvenir
da mettere via poi ridicendoci avanti.
Se tutto va in fretta
sarò una saetta
e tu lo sarai insieme a me
peccato soltanto che ci sarà il tempo
in cui dovremo dire:
*Adesso è giusto riposare*.
Ma ci sarà un souvenir
che ci riporterà solo certi momenti.
E sarà un bel souvenir
una fotografia, una canzone fra i denti.
Un souvenir formato Tir
a centoventi all'ora
arriva lì spazzando via
qualsiasi altra cosa.
Sarà un bel souvenir
il nostro souvenir
sarà di quasi tutti i colori.
Sarà un bel souvenir,
sarà lo specchio di
riflessi chiari e riflessi scuri.





permalink | inviato da il 21/11/2006 alle 19:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
19 novembre 2006
IL MIO NOME E' MAI PIU' -LigaGiovaPelu'
Io non lo so chi c'ha ragione e chi no
se è una questione di etnia, di economia,
oppure solo pazzia: difficile saperlo.
Quello che so è che non è fantasia
e che nessuno c'ha ragione e così sia,
e pochi mesi ad un giro di boa
per voi così moderno

C'era una volta la mia vita
c'era una volta la mia casa
c'era una volta e voglio che sia ancora.
E voglio il nome di chi si impegna
a fare i conti con la propria vergogna.
Dormite pure voi che avete ancora sogni, sogni, sogni

Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più...

Eccomi qua, seguivo gli ordini che ricevevo
c'è stato un tempo in cui io credevo
che arruolandomi in aviazione
avrei girato il mondo
e fatto bene alla mia gente
(e) fatto qualcosa di importante.
In fondo a me, a me piaceva volare...

C'era una volta un aeroplano
un militare americano
c'era una volta il gioco di un bambino.
E voglio i nomi di chi ha mentito
di chi ha parlato di una guerra giusta
io non le lancio più le vostre sante bombe,
bombe, bombe, bombe, BOMBE!

Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più...

Io dico si dico si può
sapere convivere è dura già, lo so.
Ma per questo il compromesso
è la strada del mio crescere.
E dico si al dialogo
perchè la pace è l'unica vittoria
l'unico gesto in ogni senso
che dà un peso al nostro vivere,
vivere, vivere.
Io dico si dico si può
cercare pace è l'unica vittoria
l'unico gesto in ogni senso
che darà forza al nostro vivere.

Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più, mai più, mai più
Il mio nome è mai più...



permalink | inviato da il 19/11/2006 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sentimenti
8 novembre 2006
OCCHI -ZUCCHERO (Dedicata spudoratamente a te, cazzo.)
Poi, ho visto gli occhi tuoi
Rotolando verso casa
Chiamare i miei
Che bella sei
Che belle fai
Le belle sera
Sai, ho visto gli occhi tuoi
Quando scende
La bellezza
In fondo al cuore
Come vorrei……
Come sei bella
Flying away
Tu scendi da una stella
Flying away
Cosi’ talmente bella
Flying away……
Poi, ho visto gli occhi suoi
Come grano in mano al vento
Son ciliegie del mio pianto
Cosi’ tanto io ti sento
Sai, ho visto te con lui
Quando scende
La tristezza
In fondo al cuore
Come vorrei…
Come sei bella
Flying away
Tu scendi da una stella
Flying away
Cosi’ talmente bella
Flying away…..
Dov’e’
Che il vento
Ti porta via
Dov’e’
Che il cielo
Tramonta
Quando scende
La tristezza
E invade gli occhi
Come vorrei……
Come sei bella
Flying away
Tu scendi da una stella
Flying away
Cosi’ talmente bella
Flying away……
Cosi’ talmente bella
Flying away…….
E te ne vai
Te ne vai
Te ne vai….via….via…..via….




permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sentimenti
30 ottobre 2006
LETTERA A G - LIGABUE ... LA STO ASCOLTANDO,HO I BRIVIDI E' LA MIA..
Se ti scrivo solo adesso un motivo ci sarà
non è mica san Lorenzo
non ci sono stelle matte
su 'sta piccola città
non ci sono desideri da non dire come tempo fa
il destino ha la sua puntualità
hai lottato come un uomo con la brutta compagnia
che non eri mica stanco
che nessuno mai è pronto quando c'è da andare via
hai pregato bestemmiando per la rabbia per tutta l'agonia
per le scelte che stava facendo dio
non ci sono più i petardi
e nemmeno il diario vitt
le bambine occhiate in chiesa sono tutte quante spose
sono tutte via da qui
non si affaccia più tua madre alla finestra a urlare "tòt a cà"
non c'è neanche più la tua curiosità
dove sono le ragazze che sceglievano fra noi
e dov'è la nave scuola che hai confuso con l'amore
e forse lo era più che mai
non c'è più la pallavolo e i tuoi attrezzi non c'è più l'hi-fi
non ci sono più tutti quanti i tuoi guai
quando hai solo diciott'anni quante cose che non sai
quando hai solo diciott'anni forse invece sai già tutto
non dovresti crescer mai
se ti scrivo solo adesso è che sono io così
è che arrivo spesso tardi
quando sono già ricordi che hanno preso casa qui
non è vero ciò che ho detto: qua c'è tutto a dire che ci sei
fai buon viaggio e poi poi riposa se puoi



permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 16:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sentimenti
26 ottobre 2006
SEDUTO IN RIVA AL FOSSO- LIGA ..E' un pò così che mi sento io
Ho parcheggiato e camminato non so quanto e non so dove sono, qua
ma so soltanto che si sente un buon profumo, un bel silenzio e l'acqua che va
lontano da me, lontano da noi, lontano dalla giostra che non si ferma mai
e ciò il biglietto sì ma questa corsa la vorrei lasciare fare a voi
solo a voi, la lascio fare a voi,
che io sto bene qui, seduto in riva al fosso
io sto bene qui, seduto in riva al fosso.
O è il riflesso della luna o sei proprio bella, se vuoi siediti!
hai parcheggiato e camminato non sai quanto non sai dove sei, ma sei qui
lontana da te, lontana da voi, lontana da uno specchio che non dice chi sei
se sotto il cielo c'è qualcosa di speciale passerà di qui prima o poi
prima o poi, comunque tu lo sai
che si sta bene qui seduti in riva al fosso
stiamo bene qui, seduti in riva al fosso...
Sono arrivati con la guida ed hanno apparecchiato per il loro pic-nic
con sedie i tavolini la TV i telefonini e le facce di chi va
lontano da chi, lontano da che, lontano per sentito dire senza un perché
se vuoi restare resta pure ho da fare non mi viene in mente cos'è
ma lo so che, io lo so com'è
che state bene lì, seduti in riva al fosso
state bene lì seduti in riva al fosso...
Avanti, state bene lì, state bene lì, state bene lì,
state bene, lì state bene lì, state bene lì...



permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
musica
25 ottobre 2006
I DURI CHE ANNO DUE CUORI- LIGA

Un quarto alle dieci e Veleno è seduto
da Mario davanti a una grappa e a un posacicche pieno.
Lo salutano male, forse perché sanno tutto di lui
o, almeno, ne sanno una loro versione.
Una foto di donna gli brucia da dentro la giacca
chiaramente dalla parte del cuore...
e la gamba gli duole del peso e del freddo di un cannone
che chissà come è riuscito a trovare.
Non ha tempo né voglia di pregare Dio perché
vuol contare soltanto sul suo dolore, su sei colpi
e infine su di sé...
C'è chi ha scelto la donna sbagliata
e forse ha scelto per tutta la vita
altra scelta che ha è a chi farla finita...
C'è chi ha scritto bestemmie sul cuore
però i conti per sé li sa fare
e il totale non cambia anche se fa star male.
Però non piange mai
se non è davvero solo...
I duri hanno due cuori
col cuore buono amano un po' di più
I duri hanno due cuori
col cuore guasto
odiano sempre un po' di più ooohhhh!
Un quarto alle due e Veleno è seduto
sul ponte sul fiume a vedere la pistola affondare.
Adesso il freddo è reale: è passato alle ossa uscendo per
forza dal cuore.
Di così tanto mondo c'è solo un posto in cui possa tornare
e gli scappa una stramaledizione...
sta pensando che la sera dopo darà un cazzotto ad un tipo
che questa sera rideva di lui e si è fatto sentire.
Darà pugni alla porta di camera sua e urlerà
alla sua donna ed al suo amico di fare più piano e sul suo divano
si stenderà...
C'è la notte di chi c'ha un amante
e la notte di chi non ha niente
e la notte per forza volenti o nolenti..
C'è chi ha perso una brutta partita
però, forse, una fiche gli è restata
e può darsi ci sia un altro giro di ruota...
E poi non piange mai
se non è davvero solo..
I duri hanno due cuori
col cuore buono amano un po' di più
i duri hanno due cuori
col cuore guasto odiano sempre un po' di più ooooohhhhh!



permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 14:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sentimenti
24 ottobre 2006
IL CAMPO DELLE LUCCIOLE - LIGA.. VORREI CHE SIA UN PO' COSI'
Questa è la tua prossima fermata
dove io t'aspetto gia da un po'
dove sta tranquilla che non ci sarà nessuno
so che arriverai emozionata
e mi hai detto solo "perché no?"
voglio che mi balli una canzone nuova nuova
proprio qui
che si può
nel campo delle lucciole
ci siam gia detti tutto tacendo
nel campo delle lucciole
tutte le luci che vanno e vengono
nel campo delle lucciole
sotto la vigna a fare la pace con Dio
siamo proprio fuori dalla festa
ma la festa vera siamo noi
dicono che il premio lo prendiamo un'altra vita
voglio che ci ridi in questo posto
perché qui le stelle contano
e l'erba è solamente una parte del prurito che tu hai che io ho
nel campo delle lucciole
ci siam gia detti tutto tacendo
nel campo delle lucciole
tutte le luci che vanno e vengono
nel campo delle lucciole
sotto la vigna a fare la pace con Dio
dicon tutti che la vita è corta
basta che ti giri un attimo e capisci
che non riesci a farci stare tutto
ma questa è la tua prossima fermata
dove io ti aspetto un altro po'
dove se ti porti dietro te sarà perfetto
proprio qui che si può
nel campo delle lucciole
ci siam gia detti tutto tacendo
nel campo delle lucciole
tutte le luci che vanno e vengono
nel campo delle lucciole
sotto la vigna a fare la pace con Dio



permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 21:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
15 settembre 2006
FRECCIA- LIGABUE
Credo nelle rovesciate di Bonimba, e nei riff di Keith Richards.
Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa, che vuole l'affitto ogni primo del mese.
Credo che ognuno di noi si meriterebbe un padre e una madre che siano decenti con lui almeno finché non si sta in piedi.
Credo che un'Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa.
Credo che non sia tutto qui, però prima di credere in qualcos'altro bisogna fare i conti con quello che c'è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio.
Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con trecento mila al mese, però credo anche che se non leccherò culi come fa il mio caporeparto difficilmente cambieranno le cose.
Credo che c'ho un buco grosso dentro, ma anche che, il rock n' roll, qualche amichetta, il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici ogni tanto questo buco me lo riempiono.
Credo che la voglia di scappare da un paese con ventimila abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso, e da te stesso non ci scappi nemmeno se sei Eddie Merckx.
Credo che non è giusto giudicare la vita degli altri, perché comunque non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri.



permalink | inviato da il 15/9/2006 alle 19:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
7 settembre 2006
VOGLIO VOLERE- LIGA

Voglio un mondo comico
voglio un mondo che faccia ridere
un cielo comodo
che qualcuno s'affacci a rispondere
voglio svegliarmi quando voglio
da tutti i miei sogni
voglio trovarti sempre qui
ogni volta che io ne ho bisogno

voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me

voglio il tempo libero
si ma libero proprio ogni attimo
e alzare il minimo
con la vita che mi fa il solletico
voglio restare sempre sveglio
con tutti i miei sogni
voglio tornare vergine
ogni volta che io ce n'ho voglia

voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me

voglio volere
io voglio un mondo all'altezza dei sogni che ho
voglio volere
voglio deciderlo io se mi basta o se no
voglio volere
voglio godermela tutta fin quando si può
voglio un mondo comico
che se ne frega se sembra ridicolo
un mondo facile
che paga lui e vuole fare lo splendido
voglio non dire mai "è tardi"
oppure "peccato"
voglio che ogni attimo
sia sempre meglio di quello passato

voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me

voglio volere
io voglio un mondo all'altezza dei sogni che ho
voglio volere
voglio deciderlo io se mi basta o se no
voglio volere
voglio godermela tutta fin quando si può



permalink | inviato da il 7/9/2006 alle 18:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sentimenti
7 settembre 2006
LEGGERO, LIGABUE (Dedicata spudoratamente a te, che sei cosi' tanto LEGGERO)
Ci son macchine nascoste e, però, nascoste male
e le vedi dondolare al ritmo di chi è li dentro
per potersi consolare
godendo sui clacson.
Fra i fantasmi di Elvis ci son nuvole in certe camere
e meno ombrelli di quel che pensi.
Lo sapete cos'ha in testa il mago Walter
quando il trucco gli riesce non pensa più a niente?
E i ragazzi son in giro
certo alcuni sono in sala giochi
e l'odore dei fossi forse lo riconoscono in pochi.
E le senti le vene
piene di ciò che sei
e ti attacchi alla vita che hai

Leggero, nel vestito migliore, senza andata né ritorno, senza destinazione.
Leggero, nel vestito migliore, nella testa un po' di sole ed in bocca una
canzone.

Dove passerà la banda, col suo suono fuori moda
col suo suono un giorno un po' pesante
un giorno invece troppo leggero?
mentre Key si sbatte perché le urla la vena
pensi che sei fortunato:
ti è mancato proprio solo un pelo
e ti vedi con una che fa il tuo stesso giro
e ti senti il diritto di sentirti leggero
c'è qualcuno che urla per un addio al celibato
per una botta di vita con una troia affittata.
E le senti le vene
piene di ciò che sei
e ti attacchi alla vita che hai.

Leggero, nel vestito migliore, senza andata né ritorno senza destinazione.
Leggero, nel vestito migliore, sulla testa un po' di sole ed in bocca una canzone.



permalink | inviato da il 7/9/2006 alle 15:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
31 agosto 2006
] RAF [ - DIMENTICA (DEDICATA SPERO NON A TE....)
Luoghi inviolabili della memoria
Soltanto gli orli un po’ sfocati ma così indissolubili
e così troppo intensi da dirsi
dimentica quello che è stato comunque non ritornerà
dimentica le mie parole se puoi perdonaci
non sempre c’è un lieto fine
dimentica l’amore forse anche il dolore passerà
dimentica le cose belle e tutto il male sai di colpo sparirà
ovunque io sarò comunque mi resterà qualcosa di te
forse attimi ma eterni
dimentica tutti quei giorni perché l’amore è fisico
gli addio e i ritorni era una storia che viveva in bilico
un sentimento così forte che spesso passa il limite
non vuoi lasciarlo andare perché infondo sai che non ti lascerà
dimentica il dolore forse l’amore ti ripagherà
dimentica tu fallo per me che ancora non so dimenticare te
dimentica perché io ancora non so dimenticare dimenticare..



permalink | inviato da il 31/8/2006 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
15 agosto 2006
LIGA- IL GIORNO DI DOLORE CHE UNO HA

Quando tutte le parole sai che non ti servon più
quando sudi il tuo coraggio per non startene laggiù
quando tiri in mezzo Dio o il destino o chissà che
che nessuno se lo spiega perché sia successo a te

quando tira un pò di vento che ci si rialza un pò
e la vita è un pò più forte del tuo dirle "grazie no"
quando sembra tutto fermo la tua ruota girerà.
Sopra il giorno di dolore che uno ha.
Tu tu tu tu tu tu...
Quando indietro non si torna quando l'hai capito che
che la vita non è giusta come la vorresti te
quando farsi una ragione vora dire vivere
te l'han detto tutti quanti che per loro è facile
quando batte un pò di sole dove ci contavi un pò
e la vita è un pò più forte del tuo dirle "ancora no"
quando la ferita brucia la tua pelle si farà.
Sopra il giorno di dolore che uno ha.
Tu tu tu tu tu tu tu tu tu...
Quando il cuore senza un pezzo il suo ritmo prenderà
quando l'aria che fa il giro i tuoi polmoni beccherà
quando questa merda intorno sempre merda resterà
riconoscerai l'odore perché questa è la realtà
quando la tua sveglia suona e tu ti chiederai che or'è
che la vita è sempre forte molto più che facile
quando sposti appena il piede lì il tuo tempo crescerà
Sopra il giorno di dolore che uno ha
Tu tu tu tu tu tu tu tu tu...



permalink | inviato da il 15/8/2006 alle 23:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
12 agosto 2006
COLD PLAY- THE HARDEST PART (La parte piu' difficile)
And the hardest part
Was letting go not taking part
Was the hardest part
And the strangest thing
was waiting for that bell to ring
It was the strangest start
I could feel it go down
It is sweet I could taste in my mouth
Silver lining the clouds
Oh and I
I wish that I could work it out
And the hardest part
Was letting go not taking part
You really broke my heart
And I tried to sing
But I couldn't think of anything
That was the hardest part
I could feel it go down
You left the sweetest taste in my mouth
Your silver lining the clouds
Oh and I
Oh and I
I wonder what it's all about
I wonder what it's all about
Everything I know is wrong
Everything I do just comes undone
And everything is torn apart
Oh and it's the hardest part
That's the hardest part
Yeah that's the hardest part
That's the hardest part...


...E la parte più difficile
è stata lasciare andare tutto,
non essere coinvolti
è stata la parte più difficile
e la cosa più strana
è stata aspettare che suonasse la campana
è stato l'inizio più strano
io riuscivo a sentire quanto la cosa
stava cadendo in basso
è dolce, potevo gustarlo in bocca
l'argento bordeggia le nuvole
oh ed io, io spero
di poterci riuscire
e la parte più difficile
è stata lasciare andare tutto,
non essere coinvolti
hai davvero spezzato il mio cuore
e ho provato a cantare
ma non potevo pensare a niente
solo alla parte più difficile
io riuscivo a sentire quanto la cosa
stava cadendo in basso
hai lasciato nella mia bocca
il gusto più dolce
il tuo argento bordeggia le nuvole
oh ed io, oh ed io
mi chiedo se è tutto qui
mi chiedo se è tutto qui
Tutto quello che so è sbagliato
tutto quel che faccio è inutile
e tutto è stato distrutto
oh ed è la parte più difficile
questa è la parte più difficile
si questa è la parte più difficile
questa è la parte più difficile



permalink | inviato da il 12/8/2006 alle 13:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
musica
8 agosto 2006
UNA VITA DA MEDIANO.. DEDICATA A LUCA, CHE L'HA MESSA NEL CD CHE M HA DATO! E' PROPRIO UN MEDIANOO!
Una vita da mediano
a recuperar palloni
nato senza i piedi buoni
lavorare sui polmoni
una vita da mediano
con dei compiti precisi
a coprire certe zone
a giocare generosi

sempre lì
lì nel mezzo
finchè ce n'hai stai lì
una vita da mediano
da chi segna sempre poco
che il pallone devi darlo
a chi finalizza il gioco
una vita da mediano
che natura non ti ha dato
nè lo spunto della punta
nè del 10 che peccato

sempre lì
lì nel mezzo
finchè ce n'hai stai lì
stai lì
sempre lì
lì nel mezzo
finchè ce n'hai
finche ce n'hai
stai lì
una vita da mediano
da uno che si brucia presto
perché quando hai dato troppo
devi andare e fare posto
una vita da mediano
lavorando come Oriali
anni di fatica e botte e
vinci casomai i mondiali

sempre lì
lì nel mezzo
finchè ce n'hai stai lì
stai lì
sempre lì
lì nel mezzo
finchè ce n'hai
finchè ce n'hai
stai lì



permalink | inviato da il 8/8/2006 alle 21:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sentimenti
7 agosto 2006
METTI IN CIRCOLO IL TUO AMORE
Hai cercato di capire
e non hai capito ancora
se di capire di finisce mai.
Hai provato a far capire
con tutta la tua voce
anche solo un pezzo di quello che sei.
Con la rabbia ci si nasce
o ci si diventa
tu che sei un esperto non lo sai.
Perché quello che ti spacca
ti fa fuori dentro
forse parte proprio da chi sei.
Metti in circolo il tuo amore
come quando dici "perché no?"
Metti in circolo il tuo amore
come quando ammetti "non lo so"
come quando dici "peché no?"
Quante vite non capisci
e quindi non sopporti
perché ti sembra non capiscan te.
Quanti generi di pesci
e di correnti forti
perché 'sto mare sia come vuoi te.
Metti in circolo il tuo amore
come fai con una novità
Metti in circolo il tuo amore
come quando dici si vedrà
come fai con una novità
E ti sei opposto all'onda
ed è li che hai capito
che più ti opponi e più ti tira giù.
E ti senti ad una festa
per cui non hai l'invito
per cui gli inviti adesso falli tu.
Metti in circolo il tuo amore
come quando dici "perché no?"
Metti in circolo il tuo amore
come quando ammetti "non lo so"
come quando dici peché no.




permalink | inviato da il 7/8/2006 alle 21:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
7 agosto 2006
VOGLIO VOLERE - LIGA
Voglio un mondo comico
voglio un mondo che faccia ridere
un cielo comodo
che qualcuno s'affacci a rispondere
voglio svegliarmi quando voglio
da tutti i miei sogni
voglio trovarti sempre qui
ogni volta che io ne ho bisogno
voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me
voglio il tempo libero
si ma libero proprio ogni attimo
e alzare il minimo
con la vita che mi fa il solletico
voglio restare sempre sveglio
con tutti i miei sogni
voglio tornare vergine
ogni volta che io ce n'ho voglia
voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me
voglio volere
io voglio un mondo all'altezza dei sogni che ho
voglio volere
voglio deciderlo io se mi basta o se no
voglio volere
voglio godermela tutta fin quando si può
voglio un mondo comico
che se ne frega se sembra ridicolo
un mondo facile
che paga lui e vuole fare lo splendido
voglio non dire mai "è tardi"
oppure "peccato"
voglio che ogni attimo
sia sempre meglio di quello passato
voglio volere tutto cosi
voglio riuscire a non crescere
voglio portarti in un posto che
tu proprio non puoi conoscere
voglio tenere qualcosa per me
per me
voglio volere
io voglio un mondo all'altezza dei sogni che ho
voglio volere
voglio deciderlo io se mi basta o se no
voglio volere
voglio godermela tutta fin quando si può



permalink | inviato da il 7/8/2006 alle 21:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sentimenti
7 agosto 2006
LE DONNE LO SANNO- LIGA

Le donne lo sanno
c'è poco da fare
c'è solo da mettersi in pari col cuore
lo sanno da sempre
lo sanno comunque per prime
le donne lo sanno
che cosa ci vuole
le donne che sanno
da dove si viene
e sanno per qualche motivo
che basta vedere
e quelle che sanno
spiegarti l'amore
o provano almeno
a strappartelo fuori
e quelle che mancano
sanno mancare
e fare più male
possono ballare un po' di più
possono sentir girar la testa
possono sentire un po' di più
un po' di più
le donne lo sanno
chi paga davvero
lo sanno da prima
quand'è primavera
o forse rimangono pronte
è il tempo che gira
le donne lo sanno
com'è che son donne
e sanno sia dove
sia come sia quando
lo sanno da sempre
di cosa stavamo parlando
e quelle che sanno
spiegarti l'amore
o provano almeno
a strappartelo fuori
e quelle che mancano
sanno mancare
e fare più male
vogliono ballare un po' di più
vogliono sentir girar la testa
vogliono sentire un po' di più
un po' di più
possono ballare un po' di più
possono sentir girar la testa
possono sentire un po' di più
un po' di più
al limite del piacere
al limite dell'orrore
conoscono posti in cui non vai
non vai
le donne lo sanno
che niente è perduto
che il cielo è leggero
però non è vuoto
le donne lo sanno
le donne l'han sempre saputo
vogliono ballare un po' di più
vogliono sentir girar la testa
vogliono sentire un po' di più
un po' di più
al limite del dolore
al limire dell'amore
conoscono voci che non sai
non sai
non sai




permalink | inviato da il 7/8/2006 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
6 agosto 2006
TRADUZIONE WISH YOU WERE HERE - VORREI CHE FOSSI QUI
Vorrei Che Fossi Qui

Allora, pensi di saper distinguere
il paradiso dall'inferno?
I cieli azzurri dal dolore?
Sai distinguere un campo verde
da una fredda rotaia d'acciaio?
Un sorriso da un pretesto?
Pensi di saperli distinguere?
E ti hanno portato a barattare
i tuoi eroi per fantasmi?
Ceneri calde con gli alberi?
Aria calda con brezza fresca?
Un freddo benessere con un cambiamento?
e hai scambiato un ruolo di comparsa nella guerra
con il ruolo di protagonista
in una battaglia?
Come vorrei, come vorrei che fossi qui
Siamo solo due anime sperdute
Che nuotano in una boccia di pesci
Anno dopo anno
Corriamo sullo stesso vecchio terreno
E cosa abbiamo trovato?
Le solite vecchie paure
Vorrei che fossi qui
 



permalink | inviato da il 6/8/2006 alle 20:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
musica
6 agosto 2006
WISH YOU WERE HERE (Pink Floyd)
So, so you think you can tell
Heaven from hell
Blue skies from pain
Can you tell a green field
From a cold steel rail?
A smile from a vail?
Do you think you can tell?
And did they get you to trade
Your heroes for ghosts?
Hot ashes for trees?
Hot air for a cool breeze?
Cold comfort for change?
And did you exchange a walk
On part in the war
For a lead role in a cage?
How I wish, how I wish you were here
We're just two lost souls
Swimming in a fish bowl
Year after year
Running over the same old ground
What have we found?
The same old fears
Wish you were here



permalink | inviato da il 6/8/2006 alle 20:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
musica
4 agosto 2006
L'ODORE DEL SESSO (Dedicata spero non a te!)
SI FA PRESTO A CANTARE CHE IL TEMPO SISTEMA LE COSE
SI FA UN PO' MENO PRESTO A CONVINCERSI CHE SIA COSI'
IO NON SO SE E' PROPRIO AMORE FACCIO ANCORA CONFUSIONE
SO CHE SEI LA PIU' BRAVA A NON ANDARSENE VIA
FORSE T RICORDI ERO ROBA TUA
NON VA PIU' VIA L'ODORE DEL SESSO CHE HAI ADDOSSO
SI ATTACCA QUI ALL'AMORE CHE POSSO, CHE IO POSSO
E CI SIAMO MISCHIATI LA PELLE, LE ANIME, LE OSSA
ED APPENA FINITO OGNUNO HA RIPRESO LE SUE.
TU CHE DENTRO SEI XFETTA
MENTRE IO MI VADO STRETTO
TU CHE SEI LA PIU' BRAVA A RIMANERE MARIA
FORSE TI RICORDI SONO ROBA TUA
NON VA PIU' VIA L'ODORE DEL SESSO CHE HAI ADDOSSO
S'ATTACCA QUI ALL'AMORE CHE POSSO CHE IO POSSO..
NON VA PIU' VIA L'ODORE DEL SESSO CHE HAI ADDOSSO
S'ATTACCA QUI ALL'AMORE CHE POSSO, CHE IO POSSO
TI DICO SOLO NON VA PIU' VIA DAVVERO
NON VA PIU' VIA NEMMENO SE
NON VA PIU' VIA..



permalink | inviato da il 4/8/2006 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Quando l'amore vi chiama, seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui. Anche se la sua lama, nascosta tra le piume vi può ferire. E quando vi parla, abbiate fede in lui. Anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni come il vento del nord devasta il giardino. Poiché l'amore come vi incorona così vi crocefigge. E come vi fa fiorire così vi reciderà.
                                                                                                                                                                                   


Da un grande potere, derivano grandi responsabilità. 

                                                                                                                                          

Perché, senza l'amaro, amico mio, il dolce non è tanto dolce.

 

La ricchezza del mio cuore è infinita come il mare, 
così profondo il mio amore: più te ne do, più ne ho, 
perché entrambi sono infiniti.




  VORREI ESSERE COME LEI....
                                              DURA SENZA MAI PERDERE LA MIA TENEREZZA

    





IL CANNOCCHIALE